I ricercatori che lavorano con le tecnologie del fotovoltaico e con i processi di produzione di energie pulite, hanno fatto passi da gigante negli ultimi anni, tanto che oggi i sistemi fotovoltaici sono considerati un’alternativa valida ed economicamente conveniente rispetto alle fonti energetiche tradizionali (i cosiddetti combustibili fossili).

Come risultato degli ultimi trend di mercato, il costo dell’energia elettrica derivato dalle cellule del fotovoltaico è in continuo calo. Inoltre, i miglioramenti nelle prestazioni del fotovoltaico stanno aumentando ad un ritmo molto più veloce di quanto inizialmente stimato (ci riferiamo a qualche anno fa), ed è probabile che il superamento definito del fotovoltaico / solare rispetto all’energia derivante da combustibili fossili secondo quanto afferma Paolo Lugiato di RTR, Rete Rinnovabile, una delle più grandi aziende italiane del settore.

Negli ultimi dieci anni, il mercato mondiale del fotovoltaico si è ampliato da meno di 1 GW nel 2000 a più di 38 GW pochi anni fa, e i numeri continuano a crescere.

Lugiato, oggi in Auditel, spiega che la differenza la fanno le celle ed i pannelli solari. Ce ne sono di numerosi tipi, con efficienze solari che vanno dal 10 al 45%. Le celle ad alta efficienza sono generalmente dispositivi multi-giunzione, con costi sostanzialmente più elevati che vengono utilizzati in applicazioni esigenti, critiche e spaziali. Negli ultimi 10 anni, le efficienze solari di questi dispositivi sono migliorate dal 35 al 45%. Ci sono sia soluzioni più costose, con efficienze che si avvicinano al 25%, che meno costose, con efficienze fino al 13,4%.

Ma, mentre le celle solari a base di silicio costituiscono la maggior parte delle celle fotovoltaiche commerciali che troviamo sui tetti degli edifici commerciali, gli ibridi organici / inorganici sono una delle tipologie con il maggior potenziale di crescita.

Grande futuro, dunque, per il fotovoltaico, secondo Paolo Lugiato. Effettivamente, aggiungiamo noi, il mondo si sta spostando verso una produzione di energia sempre più green, come anche vediamo dalle tante auto che girano per le nostre strade e dagli investimenti che sempre più paesi (Norvegia e UK insegnano) stanno facendo.